Protezione del patrimonio

I regolamenti lussemburghesi sono molto severi in termini di sicurezza dei fondi degli investitori.

Il Lussemburgo prevede un doppio meccanismo per la protezione degli attivi contrattuali degli assicurati attraverso l’istituzione di una relazione tripartita tra la compagnia assicurativa, la banca depositaria e l’autorità di regolamentazione locale, il Commissariat aux Assurances , che controlla la solidità finanziaria delle compagnie di assicurazione lussemburghesi e la protezione degli interessi dei loro clienti.

Questa relazione è illustrata dal Triangolo della sicurezza

  • Da un lato, i premi pagati dall’assicurato sono segregati dai fondi propri della Compagnia e depositati presso una banca con la quale la Compagnia sottoscrive un accordo di deposito controfirmato dalla Commissione delle Assicurazioni.
  • D’altra parte, gli assicurati hanno lo status di creditori di primo grado sugli attivi che costituiscono le riserve matematiche dell’assicuratore. Questo “super pegno” assicura la priorità su tutti gli altri creditori della compagnia di assicurazione in caso di inadempienza.

Diversificazione dei media e delle valute

Il regolamento lussemburghese permette di accedere a un universo d’investimento più diversificato. Il sottoscrittore può investire in euro o in valuta estera in una vasta gamma di fondi (OICVM, titoli quotati o non quotati, fondi interni dedicati, ecc.) gestiti da rinomate società di gestione, offrendo una diversificazione in termini di asset class e di esposizione internazionale.

Il quadro giuridico del contratto lussemburghese permette anche al sottoscrittore di accedere alla gestione discrezionale utilizzando un gestore patrimoniale professionale. Quest’ultimo gestisce tutto o parte del contratto attraverso un mandato che tiene conto degli obiettivi e del profilo d’investimento del sottoscrittore.

Il contratto lussemburghese permette anche al sottoscrittore di investire in euro o in valute estere. Il sottoscrittore ha quindi accesso a una lista di fondi, operazioni e valutazione del contratto in valuta estera.

Neutralità fiscale

Il principio della neutralità fiscale si applica nel Lussemburgo.

Infatti, gli abbonati non residenti in Lussemburgo non sono soggetti ad alcuna tassa locale. Sono responsabili solo delle tasse applicabili ai contratti nel loro paese di residenza fiscale. Il rischio di doppia imposizione è così neutralizzato, anche in caso di cambiamento del paese di residenza. È solo responsabilità degli abbonati rispettare la legislazione del loro paese di residenza fiscale.

Gestione su misura

I veicoli d’investimento nell’ambito dell’assicurazione vita del Lussemburgo sono vari. Il sottoscrittore può beneficiare di un DIF (fondo interno dedicato), un CIF (fondo interno collettivo) o un SIF (fondo assicurativo specializzato) a seconda della sua strategia (necessità di liquidità alla data, performance, conservazione del capitale, ecc.)

In tutti i casi, i fondi sono fatti su misura e gestiti secondo la modalità di gestione scelta dal cliente: gestione libera, gestione libera consigliata o gestione sotto mandato.